Perché aprire un conto deposito

dicembre 11, 2016 No Comments »
Perché aprire un conto deposito

Sempre più spesso si sente parlare di conti deposito, nonostante questi prodotti finanziari non consentano di ottenere guadagni elevati. Il consiglio deriva dal fatto che, seppur gli interessi siano minimi, nell’ordine di pochi punti percentuali, il conto deposito permette di ottenere un guadagno sicuro, al 100%, mettendoci al riparo da eventuali perdite che si possono avere con altri tipi di investimento. Come suggerisce anche www.conto-deposito.it aprire un conto deposito può essere un’ottima ide per chi non ama il rischio.

conto-deposito-online

Come funziona


È facile comprendere come funziona un conto deposito; in pratica si tratta di un conto bancario su cu è possibile esclusivamente versare del capitale, oppure ritirarlo quando necessario. Non è corredato da carte di credito o tesserini bancomat, e neppure lo si può sfruttare per fare bonifici o versamenti di vario genere a conti correnti di terze parti. Si tratta di una sorta di parcheggio per il proprio capitale, che è quindi a disposizione della banca, per i suoi affari. In questo modo l’istituto di credito può guadagnare attraverso i nostri soldi cosa che ci riconosce versandoci un certo interesse. Conviene ricordare che gli interessi sono calcolati su base annuale, e versati solo a fine anno: quindi se si apre un conto deposito in novembre, per fare un esempio, si otterrà una cifra di interessi veramente molto bassa, considerati i giorni in cui il nostro capitale è rimasto in giacenza.

Vincolato o non vincolato


Le proposte di conti deposito oggi disponibili sul mercato bancario sono varie; le si può però suddividere in due grandi categorie: conti deposito vincolati o non vincolai. I conti vincolati sono quelli che permettono di ottenere il massimo guadagno, ma è necessario che il capitale rimanga immobile sul conto per lunghi periodi di tempo, che vanno dai 6-8 mesi, fino ai 5 o più anni. Nel caso in cui sia necessario prelevare dei soldi in anticipo ci può venire richiesto il pagamento di una penale, che può essere forfettaria o calcolata in percentuale sulla cifra prelevata; in alcuni casi la penale corrisponde agli interessi maturati. Nel caso di conti deposito non vincolati invece è possibile prelevare quanto si vuole e quando lo si desidera. Chiaramente spesso i conti privi di vincolo non garantiscono interessi elevati come quelli vincolati. Chi teme dia ver bisogno dei propri soldi però dovrebbe valutare l’eventualità di aprire un conto non vincolato, in modo da poter sfruttare il proprio capitale ogni volta che ne ha la necessità.

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *