Cosa mangiare di tipico in Sicilia?

giugno 12, 2016 No Comments »
Cosa mangiare di tipico in Sicilia?

Chi sta programmando un viaggio nella bellissima e particolare Sicilia, sarà intento ad individuare i luoghi di un percorso turistico, ma non solo. La sua ricerca è anche concentrata su un patrimonio di diverso tipo, quello gastronomico.

Il cibo per i siciliani ha un ruolo di primo piano, pertanto anche i turisti possono goderne a piene mani, basta sapere cosa mangiare e dove. Basta voler mangiare come i veri siciliani.

Viaggiare, in effetti, significa voler assaggiare il cibo tipico di un territorio che scopriamo, significa apprezzarne la cucina tipica e locale, oltre che visitarne il patrimonio artistico-culturale.

La cucina siciliana offre un’ampia varietà di sapori, al turista la scelta di cosa apprezzare. Sicuramente è utile conoscere quali sono i cibi locali più tipici, così per chi lo desidera è possibile assaggiarli.

Ecco, 10 cibi da assaggiare in Sicilia:

La parmigiana di melanzane nella sua versione siciliana è senza dubbio un piatto che non può mancare dal menu di un turista in visita nella bellissima Sicilia.

Il cannolo siciliano ripieno di ricotta, un dolce tipico che vanta origini molto antiche, ma certamente controverse. Una leggenda vuole che i cannoli siano nati a “Kalt El Nissa”, odierna Caltanissetta, che durante la dominazione araba in Sicilia (827 d.C.-1091) ospitò molti harem di emiri saraceni. E da questa epoca nasce la ricetta del cannolo siciliano che, in origine prevedeva di farcire il cannolo con un ripieno di ricotta fresca di pecora.

Un altro piatto tipico locale sono le sarde a beccafico, che possono essere consumate come antipasto o secondo piatto. Il nome deriva dalle sembianze che assumono le sarde, una volta servite sul piatto, simili a dei beccafichi, uccelletti particolarmente apprezzati dagli aristocratici siciliani. Le sarde a beccafico sono un mix di sapori dato dagli ingredienti accostanti sapientemente: sarde, uva sultanina, pinoli, cipolla, prezzemolo e acciughe.

La cartocciata catanese è un must food da rosticceria che si può gustare a Catania, e che si deve assaggiare, senza alcun dubbio, per capirne la bontà. La cartocciata è preparata con un impasto morbido, di spessore alto e soffice, a ricordare quasi un panino , ma dal sapore dolciastro come quello di una brioche. La cartocciata viene farcita con il prosciutto cotto, la mozzarella, il pomodoro e viene cotta in forno. Vi sono, però, anche cartocciate farcite con le melanzane.

La pasta con i ricci è un ottimo piatto per chi preferisce la cucina di pesce, e che possiamo condire con dell’ottimo olio siciliano. Chi ama il mare e la cucina marinara non può non assaggiare questo piatto prelibato e molto tipico della cucina siciliana. Un gusto particolare lo conferisce il condimento, genuino e ricco di sostanze benefiche come l’olio extravergine di oliva. Tanto è vero che anche per chi volesse conoscerne i meriti, è possibile acquistare online l’olio siciliano.

Ed infine, granita di pistacchio e mandorla con brioche, per chi non rinuncia mai al dolce, e per chi ama i sapori tipici siciliani, quello del pistacchio e della mandorla, tanto per citarne due che sono rappresentativi di questa cultura gastronomica.

Chi visita la Sicilia nel periodo estivo, non può non fare la colazione con la classica granita e brioche, un culto per i Siciliani. La loro colazione estiva non è come quella di gran parte delle regioni d’Italia, dove si usa mangiare il cornetto (o brioche) con il caffè o cappuccino. La granita, in Sicilia, è la regina della colazione estiva. Ed i gusti classici delle migliori granite siciliane sono la mandorla e il limone, anche se sempre più le granite si sono ampliate nella loro offerta e sono nati i gusti più disparati. Ad esempio, un connubio eccellente, da provare se vi capita di andare in Sicilia e di assaggiare una granita, è quello della mandorla e del pistacchio di Bronte. Aggiungete un po’ di panna montata…e andate di brioche, non potrete che notare la delizia e la bontà di un simile “dolce” tipico.

Per approfondimenti sul pistacchio di Bronte, è possibile leggere ulteriori approfondimenti alla pagina: https://it.wikipedia.org/wiki/Pistacchio_di_Bronte.

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *